Di Folco: “Servono soldi alle forze dell’ordine, mancano 15mila unità”

0
81

ROMA – “Le forze dell’ordine sono sotto organico. E il popolo si lamenta perché nelle periferie delle città d’Italia aumenta la micro criminalità o la prostituzione. Si dice che lo Stato non è presente. Ma lo Stato non c’è semplicemente perché siamo sotto organico di 10-15mila unità, e così non si può assicurare sicurezza”. Così Sergio Di Folco, segretario della Uil Sicurezza, nel corso di un’intervista con l’agenzia Dire.“Quello che chiediamo- aggiunge- con il segretario generale della Uil sicurezza, Antonio Lanzilli, è che lo Stato dia soldi in più, non solo per la tutela del semplice poliziotto ma per la sicurezza del popolo. Lo Stato deve stanziare più risorse per la sicurezza e aumentare i poliziotti, i carabinieri e i finanzieri sulle strade. Questo dispendio di soldi ritornerà di certo come beneficio al cittadino. Noi puntiamo su questo”.